Ponte Morandi, Rocca a Genova

“Sono qui soprattutto per questo: farmi portavoce della gratitudine per ognuno di voi”. Sono state queste le prime parole del presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, Francesco Rocca, ai volontari impegnati sul luogo del crollo del Ponte Morandi a Genova. 

Visita al Campo Base
Il presidente Rocca ha voluto essere presente a Genova, in questo triste momento, tra gli uomini e le donne della Croce Rossa che, dal primo momento, sono accorsi a prestare la propria opera per la città, la comunità nazionale tutta e per le vittime e le loro famiglie. 

“Siamo straordinariamente fieri per come avete lavorato, per la serietà, per la professionalità e soprattutto per l'Umanità”, ha proseguito Rocca. “Vi ringrazio personalmente e a nome di tutta la Croce Rossa Italiana”.

“La vostra presenza è la prova che il cammino intrapreso funziona. Mi stanno scrivendo da tutto il mondo per fare i complimenti a voi e alla Croce Rossa Italiana”, ha aggiunto il presidente nazionale della CRI, soffermandosi nelle tende del campo base. 

“Avete rappresentato al meglio il nostro Movimento in questa prova estenuante, immaginando quando sia stato straziante per voi lavorare tra le macerie di un simbolo del vostro territorio. A tutti voi va la nostra ammirazione e gratitudine per la serietà, l'impegno, la prontezza dell'intervento”, ha concluso Rocca prima di lasciare la zona rossa di via Fillak.

 

Gli incontri istituzionali
Previsti anche due incontri con il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, e con il sindaco di Genova, Marco Bucci, per esaminare le criticità e i successivi impegni della Croce Rossa fino a cessata emergenza. "Tutta la città vi ringrazia per quanto avete fatto e continuate a fare", hanno detto Toti e Bucci.

FONTE: https://www.cri.it